Chirurgia generale

La chirurgia è la specialità medica che si occupa della prevenzione, della diagnosi e del trattamento delle patologie chirurgiche, delle malformazioni fisiche e delle lesioni, nonché delle loro ulteriori conseguenze.

Cosa si intende per chirurgia generale? 

Il chirurgo generale è in un certo senso il chirurgo che “si occupa di tutto”: il suo ambito di lavoro include le patologie, le lesioni e le malformazioni dell’apparato locomotore, dei vasi sanguigni, della cassa toracica e degli organi interni. 

Alcuni esempi includono:

  • Emorroidi 
  • Ernia inguinale
  • Vene varicose
  • Struma (gozzo)

Il chirurgo generale è responsabile sia delle cure di base che di quelle di emergenza, a livello operatorio e non operatorio.

Il suo compito principale consiste nel trattamento chirurgico, ovvero nella guarigione ottenuta per mezzo di un intervento invasivo (operazione), sebbene in molti casi un trattamento conservativo (senza operazione) può costituire una valida alternativa. 

Un’operazione è un intervento chirurgico strumentale sul corpo del paziente o al suo interno, a fini diagnostici o terapeutici. La procedura viene solitamente eseguita sotto anestesia e, nei limiti del possibile, con l’utilizzo di tecniche mini-invasive. 

Cos’è la chirurgia mini-invasiva? 

La chirurgia mini-invasiva differisce dalla chirurgia convenzionale per l’accesso endoscopico e per l’uso di strumenti e tecniche speciali, raggruppando diversi metodi operatori per i quali l’incisione cutanea è minima. Attraverso queste piccole incisioni, si introduce un endoscopio con degli strumenti specifici, in modo che l’operazione possa avvenire con l’uso di una videocamera.

I vantaggi di questo metodo operatorio sono: 

  • Incisioni di minima entità
  • Dolore più lieve rispetto agli interventi convenzionali
  • Benefici estetici grazie a cicatrici di minore impatto
  • Tempi di guarigione e interruzione dell’attività lavorativa più brevi 
  • Minor rischio di aderenze o di riapertura delle cicatrici

Alcuni degli svantaggi includono: 

  • Tempi operatori più lunghi
  • Costi maggiori
  • Mancanza di una visione multidimensionale
  • Incisione aggiuntiva per asportare il tessuto resecato
  • Radicalità limitata 

Applicazioni e procedure 

Gli enormi progressi compiuti nella chirurgia mini-invasiva hanno concesso la possibilità di operare sempre più di frequente in tal senso negli ultimi anni. Tuttavia, questo metodo prevede costi più elevati e implica difficoltà maggiori per il chirurgo, il quale deve dimostrare abilità speciali per manipolare gli strumenti specifici utilizzati, tra cui un buon senso dello spazio e una buona capacità di coordinamento.

La maggior parte degli interventi viene eseguita tramite l’uso di lenti ottiche e di strumenti speciali che vengono posizionati in diversi punti del corpo, ad esempio attraverso la parete addominale. In caso di laparoscopia addominale, viene pompata dell’anidride carbonica all’interno dell’addome per creare spazio sufficiente ai fini dell’operazione. L’ampliamento del campo operatorio e l’illuminazione mirata dell’area interessata creano le condizioni ottimali per consentire al chirurgo di avere la visibilità necessaria durante l’operazione. Grazie al progresso tecnico, è oggi possibile trattare molte patologie e problemi ortopedici in laparoscopia.

In linea di principio, è possibile affermare che la costante evoluzione della tecnologia e degli strumenti a disposizione consente di eseguire sempre più operazioni in modo minimamente invasivo. La nostra gamma comprende tutti gli interventi di chirurgia generale. Ecco alcuni esempi di interventi chirurgici per i quali operiamo con tecniche minimamente invasive:

  • Operazione di ernia inguinale
  • Operazione di ernia iatale e reflusso gastrico
  • Interventi all’intestino (ad es. diverticolite)
  • Interventi diagnostici all’addome e prelievo di campioni di tessuto (biopsie) da vari organi
  • Operazione della cistifellea
  • Ernia addominale e laparocele
  • Appendicectomia (rimozione dell’appendice)
  • Chirurgia toracica
  • Chirurgia della tiroide e delle paratiroidi
  • Splenectomia (rimozione della milza)

La chirurgia è utilizzata come trattamento in diverse discipline mediche. Il campo della “chirurgia generale” si sta evolvendo, con una tendenza sempre maggiore verso la specializzazione. Alcuni interventi, come ad esempio quelli di chirurgia addominale, vengono sempre più spesso presi a carico da chirurghi specializzati in chirurgia viscerale. Nelle nostre cliniche, i chirurghi sono sempre più di frequente specializzati in un campo particolare.

Discipline attinenti alla chirurgia generale:

  • Chirurgia viscerale 
  • Medicina toracica
  • Medicina interna
  • Ginecologia
  • Urologia
  • ORL 
  • Oftalmologia 

Alcune patologie richiedono un approccio pluridisciplinare. 

La presa a carico e il trattamento pluridisciplinare delle malattie stanno diventando sempre più comuni negli ospedali, a favore di una gestione ottimale del paziente. All’interno di Swiss Medical Network sono stati creati dei "Centri di Eccellenza” con lo scopo di far interagire tra loro specialisti di diverse aree mediche o di diversi reparti per la diagnosi e il trattamento di gruppi di malattie (pluridisciplinarità). Nei nostri centri, i medici specialisti lavorano insieme in un ambito specifico e tutti i trattamenti vengono regolarmente discussi nel nostro Tumorboardpluridisciplinare. Chirurghi, oncologi, gastroenterologi, radiologi, radiooncologi e altri specialisti lavorano insieme per trovare il migliore approccio terapeutico e chirurgico per ciascun paziente. Discuteremo in seguito con lei della strategia terapeutica selezionata e risponderemo a tutte le sue domande.

I Centri d’Eccellenza seguenti fanno parte del nostro gruppo: 

  • Centre du Sein (centro del seno)
  • Neurocentre

Dopo il trattamento: rimaniamo a sua disposizione

Una volta concluso il trattamento, lei potrà riprendere la sua vita quotidiana e tornerà a essere preso a carico dal suo medico di famiglia: entrambi potrete contare sul nostro pieno supporto. Facciamo tutto quanto è possibile per la piena riuscita del suo trattamento. A tal fine, ci assicuriamo di esaminare i potenziali effetti collaterali del trattamento e mettiamo a punto un programma di follow-up personalizzato. Inoltre, potrebbe talvolta essere necessario visitare specialisti o fisioterapisti per consultazioni e controlli.