Ecografia

Definizione

Questa tecnica di imaging medicale, non irradiante e indolore, consente di stabilire una diagnosi o di eseguire un intervento rapido sul paziente.

L’ecografia presenta molti vantaggi, poiché è semplice, veloce e senza controindicazioni. Si tratta quindi di un’indagine che può essere ripetuta tutte le volte che se ne dimostri la necessità, senza alcun rischio per la salute. È molto utile in molteplici aree della radiologia, soprattutto in campo ORL per l’indagine, ad esempio, delle ghiandole salivari e della tiroide, ma anche per esplorare tutti i tipi di organi, siano essi superficiali (seno, sistema muscolo-scheletrico, vasi sanguigni) o più profondi, come gli organi dell’addome (fegato, cistifellea, pancreas, reni, vescica e pelvi).

Tecnicamente, si tratta di un fascio di ultrasuoni la cui frequenza viene adattata in funzione dell’organo esaminato, e che si riflette poi sulle strutture anatomiche incontrate per ottenere una ricostruzione dell’immagine dell’organo stesso. L’immagine così riprodotta viene visualizzata direttamente sullo schermo dell’apparecchio per un’interpretazione dinamica e immediata.

La RM e l’ecografia non utilizzano i raggi X

Si tratta di esami non irradianti che si servono delle proprietà dei campi magnetici (RM) o degli ultrasuoni (ecografia). Alle intensità utilizzate da queste due tecniche, non è stata osservata nessuna particolare conseguenza nell’essere umano.

Presa a carico dei pazienti

Sarà accompagnato/a nello studio dove avverrà l’esame, per poi essere preso/a a carico dal medico radiologo.

All’inizio dell’esame, il radiologo applica un gel sulla pelle dell’area da esaminare. Il gel consente di eliminare l’aria tra la sonda e la cute, poiché l’aria impedisce la trasmissione di ultrasuoni.

La durata dell’esame può variare dai 15 ai 30 minuti, a seconda delle aree del corpo interessate.

Questa tecnica viene utilizzata anche per l’esecuzione di biopsie mirate sotto controllo visivo, nonché come strumento di localizzazione per punture, drenaggi e trattamenti percutanei.

Se le è stato chiesto attenersi a una preparazione specifica prima dell’esame, le raccomandiamo di seguire scrupolosamente le istruzioni ricevute per garantire il corretto completamento dell’esame e la necessaria qualità dell’indagine radiologica.