Ostetricia

L’ostetricia è la specializzazione medica che si occupa dell’assistenza e sorveglianza delle donne durante la gravidanza, il parto e il puerperio (il periodo immediatamente successivo al parto). L’ostetricia si dedica anche alle patologie che possono interessare la mamma e il feto.

Il ruolo dell’ostetrica/dell’ostetrico durante la gravidanza

Il compito principale dell’ostetrica/ostetrico consiste nel favorire il benessere della donna fornendo l'assistenza e le istruzioni necessarie affinché la futura mamma possa vivere il periodo della gravidanza e l'esperienza del parto nella maniera più rilassata possibile.

Spesso succede che una donna, soprattutto alla sua prima gravidanza, quando si accorge e accerta di essere incinta vada in preda a paure e preoccupazioni. L’ostetrica/ostetrico ha il compito di tranquillizzarla e aiutarla a capire i processi che hanno luogo durante la gravidanza, prepararla ai cambiamenti a cui andrà incontro il suo corpo e fornirle supporto, assistenza e consigli non solo sul piano fisico ma anche a livello psicologico ed emozionale.

Nella primissima fase della gravidanza il corpo della futura mamma subisce dei cambiamenti, per poter ospitare il feto. Per la donna non è tuttavia sempre facile accettare i cambiamenti fisici ed emotivi di questa fase. Rientra tra i compiti dell’ostetrica/ostetrico facilitare questa fase di adattamento aiutando la futura mamma a comprendere la funzione dei diversi meccanismi attraverso i quali si creano le condizioni ideali per ospitare il bambino. È molto importante infatti che l’adattamento del corpo nel primo trimestre della gravidanza avvenga nel miglior modo possibile, così da poter ridurre il rischio di una gestosi e di un innalzamento della pressione sanguigna nel terzo trimestre della gravidanza. Nel secondo e terzo trimestre di gravidanza ha luogo la formazione completa della placenta e il feto inizia a muoversi, un aspetto che contribuisce a rafforzare il legame intimo tra mamma e bambino. Anche in queste fasi particolarmente importanti l’ostetrica/ostetrico svolge un ruolo fondamentale nell’assistenza della futura mamma e nella preparazione all’esperienza unica che è il parto.

Quali sono i compiti dell’ostetrica/ostetrico?

L’assistenza dell’ostetrica/ostetrico comprende:

  • fornire una formazione prenatale e preparazione alla genitorialità, non sono alla donna, ma anche alle coppie/famiglie;
  • favorire il parto fisiologico, supportando la progressione più naturale possibile degli eventi;
  • evitare che si inneschino condizioni patologiche a cui mamma e bambino possono andare incontro durante la gravidanza;
  • riconoscere complicazioni per la mamma e il bambino, individuando situazioni potenzialmente patologiche che richiedono un intervento medico e, se necessario, l’attuazione delle corrispondenti misure di emergenza;
  • fornire assistenza e guida durante il travaglio e il parto evitando tutti i fattori e le interferenze che potrebbero influire negativamente;
  • prestare supporto alla neomamma nei primi approcci comportamentali con il suo bambino.

I profili professionali corrispondenti

Nell’ambito di questo ramo operano fondamentalmente i rappresentanti di due indirizzi specialistici:

  • Il medico che ha conseguito una specializzazione in ginecologia e ostetricia: nell’ambito della gravidanza e del parto, il ginecologo è il solo che può intervenire se durante il travaglio subentrano complicanze e si deve intervenire chirurgicamente, ad esempio con un taglio cesareo. Nel contesto della gravidanza il ginecologo segue un approccio medico e, in caso di problemi, interviene prescrivendo la terapia medica necessaria. La competenza del ginecologo non è tuttavia limitata solo alla gravidanza, ma si estende anche a tutte le malattie e i disturbi che interessano i genitali interni ed esterni della donna, in qualsiasi fase della sua vita.
  • L’ostetrica/l’ostetrico: lo specialista che si dedica all’assistenza della paziente durante la gravidanza, il parto e il puerperio. Non può eseguire interventi chirurgici né prescrivere medicamenti. Pertanto, nel caso di gravidanze ad alto rischio o in presenza di problemi di salute delle donne incinte che richiedono un intervento medico e farmacologico, come ad esempio patologie cardiache, epilessia o diabete, il suo campo di azione può essere limitato.

La distinzione non è chiara e netta, poiché una donna di norma può essere seguita contemporaneamente da una ginecologa/un ginecologo e una ostetrica/un ostetrico. Sotto l'aspetto deontologico, il medico, in virtù del suo ruolo, si occupa degli aspetti patologici. L’ostetrica/l’ostetrico, invece, è esperta/o nell’andamento fisiologico durante la gravidanza e il parto. Volendo stabilire una differenza essenziale tra i due ruoli, si può affermare che il compito principale del medico specializzato in ginecologia e ostetricia sia curare, mentre il compito principale dell’ostetrica/ostetrico sia prestare assistenza. Tale assistenza include tuttavia anche la competenza professionale per riconoscere quando supporto e sostegno non bastino più e sia invece necessario l’intervento di una persona in grado mettere in atto cure mediche. L’ostetrica/ostetrico non solo deve capire quando, durante la gravidanza e il parto, è opportuno che intervenga un medico, ma dispone anche delle capacità e competenze richieste per prevenire il più possibile la necessità di un intervento medico.

Contatto

Contatto principale

News